Cultura, Viaggiare

La cultura del caffè in Corea del Sud

Il caffè è una delle bevande maggiormente consumate in Corea del Sud, ma non è sempre stato così!

Storia del caffe

L’introduzione del caffè nel paese è recente e parliamo del 1896, grazie ad un incontro politico tra il Re Gojong (1864 – 1907) e Antoniette Sontag, la cognata di un ambasciatore Russo.

Stiamo parlando di un’epoca in cui la Corea si affida a bevande a base di erbe che, in ogni caso, erano acquistabili solo dalle classi sociali più elevate, tra cui i sovrani.

In seguito all’introduzione del caffè da parte di Sontag, la Corea del Sud iniziò a sviluppare e costruire edifici che vendevano questo prodotto: in tale occasione, la popolazione coreana iniziò a chiamare questi locali “dabang” (다방) e il primo ad essere aperto al pubblico fu, appunto, il “Sontag Hotel” (“Coffee in South Korea”).

Fama del caffè

La fama del caffè è dovuta ai pub e all’atmosfera dei dabang, che incentivano il consumo della bevanda.

In ogni caso, il caffè era ancora una bevanda costosa, ma divenne alla portata di tutti una volta che il caffè istantaneo fu messo in commercio dopo la guerra di Corea.

Il caffè ebbe un forte impatto sulla società coreana, tanto che iniziò ad essere consumato da quasi tutta la popolazione, specialmente dai primi degli anni ’70, quando furono introdotti i primi distributori di caffè presso uffici ed università! (“Coffee in South Korea”).

Basti pensare come Seoul, la capitale, oggi ha un totale di 18 mila caffetterie ed è anche la città con il maggior numero di Starbucks in tutto il mondo (“Coffee in South Korea”).

Giovani ed anziani, lavoratori, studenti e monaci buddisti: oramai il caffè in Corea del Sud è a portata di tutti e come non citare l’ Americano, la bevanda maggiormente gettonata dai coreani, insieme al Cappuccino, l’Espresso e il Latte?

Caffè e l’economia

L’importazione di caffé ha fatto sì che l’economia coreana aumentasse sempre di più e oggi parliamo di un vero e proprio mercato del caffè: non si tratta semplicemente di assaporare la bevanda, tanto quanto di incontrarsi in caffetterie che dispongono di una varietà di intrattenimenti e tematiche, che rendono l’ambiente dei dabang unici nel loro genere.

Il caffé in Corea del Sud

Le caffetterie coreane, infatti, sono diverse da quelle che ci si può aspettare: se vi è già capitato di andare a Seoul, troverete coffee shops che rispecchiano determinate tematiche:

Caffetterie floreali, internet coffee, cat-coffee: ve ne sono di vario tipo, tutti pronti ad accogliere i clienti che, oltre al desiderio di assaporare un caffè, vogliono dedicarsi ad un proprio hobby o passione.

Ecco alcune che potete visitare

Boulanger Maison Bukak

Cafe Layered 

Cong Caph

https://www.instagram.com/p/Cgf9HiUB3lS/?utm_source=ig_web_copy_link

SITOGRAFIA

“Coffee in South Korea.” Wikipedia, 7 Sept. 2022, en.wikipedia.org/wiki/Coffee_in_South_Korea.


Se ti è piaciuto quest’articolo, dai un’occhiata anche a:

Potrebbe piacerti...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.